1894 Affare Dreyfus

L’affare Dreyfus fu il maggiore conflitto politico e sociale in Francia sul finire del XIX secolo, divise il Paese dal 1894 al 1906.

Il capitano di origine ebraica Alfred Dreyfus fu accusato di tradimento con la Germania, egli era innocente, il vero responsabile era difatti il colonnello Ferdinand Walsin Esterhazy.

La condanna di Dreyfus fu un errore giudiziario, avvenuto nel contesto dello spionaggio militare, dell’antisemitismo imperversante nella società francese e nel clima politico avvelenato dalla perdita recente dell’Alsazia e di parte della Lorena, subita per opera dell’Impero tedesco di Bismarck nel 1871.